Bibanesi con esubero di licoli

()

Prodotto tipico veneto, i Bibanesi sono come le ciliegie: l’uno tira l’altro. Metà grissini, metà pane, sono semplici da fare e ottimi per non buttare via l’esubero dopo il rinfresco del licoli.

E a proposito di lievito naturale! Per questa ricetta ho utilizzato per la prima volta il mio nuovo lievito fatto con acqua di uva bianca macerata! Non ero certa fosse pronto, ma lo era eccome! L’aroma quasi dolce era meraviglioso! Ma vi dirò di più a riguardo, in uno dei prossimi articoli. Nel frattempo…

… ecco la ricetta dei Bibanesi con esubero di licoli:

Ingredienti

  • 500 g – 100% farina 00 debole

  • 100 g – 20% esubero di licoli

  • 200 g – 40% acqua

  • 60 g – 12% olio extravergine d’oliva

  • 8 g – 1,6% sale

  • 30 g – 6% semi di sesamo

Procedimento

  • In una ciotola versate tutta l’acqua e l’esubero di licoli. Mescolate con una forchetta fino a ottenere bolle in superficie.
  • Aggiungete olio a filo e mescolate di nuovo.
  • Aggiungete metà della farina e il sale. Impastate.
  • Aggiungete il resto della farina e finite di impastare con il gancio a spirale della planetaria.
  • Aggiungete i semi di sesamo (se vi piacciono, altrimenti potete non metterli) e impastate fino a ottenere un impasto liscio e non troppo duro.
  • Mettete l’impasto a riposare, a una temperatura tra i 24°C e i 27°C, coperto con pellicola o con aggiunta di umidità se in cella di lievitazione. Lasciatelo lì per 3-4 ore.
  • Ora versate l’impasto sul un piano, dividetelo in quattro parti e formate dei panetti allungati come delle baguette. Spennellateli di olio extravergine di oliva, cospargete di semi di sesamo, e coprite il tutto. Lasciate riposare per 1-2 ore.
  • Con un tarocco, tagliare i filoni di impasto in diagonale, creando dei piccoli cilindri con larghezza di circa 2 cm. Attorcigliateli un pochino e posizionateli su una teglia rivestita di carta forno, un po’ distanti tra loro.
  • Cuocete a 180°C in forno ventilato per 25 minuti. Teneteli altri 10 minuti a 150°C se li volete più croccanti.

Conservazione

Con le dosi qui riportate se ne sfornano circa due teglie: abbastanza per soddisfare la gola del giorno e tenerne qualcuno da parte per la settimana.
Il modo migliore per conservare i bibanesi con esubero di licoli è quello di metterli in un barattolo sigillato, come quelli di vetro Bormioli. Se li lasciate all’aperto tenderanno in poche ore ad ammorbidirsi e perdere quella croccantezza esterna che li contraddistingue.

A cosa abbinarli

Secondo me sono eccezionali come aperitivo, accompagnati da un buon prosciutto crudo o dei formaggi stagionati. Se poi avete anche un ottimo calice di vino lì di fianco…

Buon appetito 🙂

È stato utile questo articolo?

Clicca su una stella per dare il tuo voto

Media dei voti / 5. Numero voti

Ancora nessun voto! Sii il/la primo/a a votare questo articolo!

Dato che hai trovato questo articolo utile...

Segui Pan Brioche sui social!

Mi dispiace che questo articolo non ti sia stato utile!

Permettimi di migliorarlo, col tuo aiuto!

Come posso rendere più utile questo articolo?

Condividi
15Shares
Sottoscrizioni
Notificami
guest
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
Leggi tutti i commenti
Susanna
Susanna
25 Luglio 2020 6:10 pm

Ciao , mi chiamo Susanna , oggi ho preparato i Bibanesi con la tua ricetta. Io sono alle prime armi X quanto riguarda il licoli , il mio ha poco più di un mese , ma sono rimasta molto soddisfatta, belli e buoni. Ti ho cercata, ed ora ti seguo su Instagram, mi farà piacere se vorrai passare anche tu da me. Mi trovi con Temptations _sweet. Grazie e buon weekend.

2
0
Mi piacerebbe sapere la tua opinione! Aggiungi il tuo commento!x
()
x